Come lupo nella pioggia

di Maria Antonietta Macciocu e Ernesto Torta

Voce alle Donne

recensione di Emma Fenu

come lupo
Come lupo nella pioggia è un romanzo noir di Maria Antonietta Macciocu e Ernesto Torta edito da Golem nel 2024. 

Di cosa tratta Come lupo nella pioggia?

Nella Jesi contemporanea, una donna della comunità degli zingari, Rose, viene trovata morta e del suo femminicidio viene accusato un ragazzo del Pakistan, trovato nell’atto di estrarre il coltello dal cadavere della giovane.
Tuttavia, qualcuno nutre forti dubbi sulla colpevolezza dell’immigrato.
Ma se non è stato un tentativo di rapina con un finale drammatico, resta da capire chi poteva aver interesse ad uccidere una zingara.
Forse sapeva o aveva visto qualcosa di compromettente ?
E chi è il misterioso testimone dai grandi occhi che  potrebbe puntare il dito contro uno degli insospettabili?
È forse anche lui in pericolo di vita?
 Il romanzo ci porta nell’intreccio di storie della politica jesina e nella vita di Walter, assessore impegnato nella campagna elettorale, che, se vuole ottenere consenso e potere, deve affrontare la spinosa questione dell’integrazione, senza scontentare nessuna fazione.

 Perché leggere Come lupo nella pioggia?

Come lupo nella pioggia è un noir ben orchestrato con continui rimandi alla musica, alla letteratura e all’attualità che possono essere colti o meno dal lettore senza far perdere mordente alla successione rapida e accattivante degli eventi.
Molti sono gli antieroi: cattivi ma non troppo, senza grandi ideali per cui vivere o morire, bugiardi per vocazione, pronti a sacrificare tutto e tutti per il proprio tornaconto.
 I personaggi tratti dal reale, ma la credibilità non ne smorza il mistero, anzi aggiunge consistenza alla narrazione tesa al colpo di scena. In una danza di nostalgie e segreti di una Jesi cambiata dal Covid e dalle disillusioni di un mondo ancora sessista e razzista, sarà la pioggia di un inverno senza la luce della coscienza a far uscire dalla tana il lato nascosto di qualcuno. Di ciascuno.
Link d’acquisto

Sinossi

Dopo la prima del Trovatore, viene trovata uccisa la bellissima zingara Rose Gili, amante di Walter Rana, assessore alla cultura del Comune e astro nascente del partito progressista.

Dell’omicidio viene accusato un pakistano e il caso è considerato risolto, ma un testimone oculare ha visto una realtà differente.
Dietro l’immagine di cittadina tranquilla e regia, Jesi nasconde tensioni e segreti.
Tra gente che conta, manovre e malaffare politico, sinti, extracomunitari, malavita, lettere anonime, un altro omicidio, bambini scambiati in culla, bambini scomparsi e ritrovati, amori, bugie, pettegolezzi e media incalzanti, musica, poesia e perfino un gatto latin-lover, si snoda un noir feuilleton in sintonia con i nostri tempi fluidi e inquietanti, dove il bene e il male, la morale e il cinismo si mischiano e confondono senza pietà.

E dove la giustizia deve attuarsi più per vie private che per istituzioni ufficiali.

Titolo: Come lupo nella pioggia
Autori: Maria Antonietta Macciocu e Ernesto Torta
Edizione: Golem, 2024