Emma Fenu

Chi sono

Sono Emma, nata e cresciuta respirando il profumo maestrale e il mare di Alghero, ora vivo fra fate e folletti in Danimarca, dopo aver trascorso un periodo nella magia del Medio Oriente.

No, l’espatrio non è una fiaba e non è neppure semplice, ma è un’avventura arricchente e una sfida quotidiana che la vita mi ha donato, scegliendo meglio di quanto avrei fatto io, che non avevo tracciato un altro disegno sul libro destino.

Laureata in Lettere e Filosofia, ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Scienze dei Sistemi Culturali con specializzazione in Storia delle Arti, un Master in Counseling Relazionale e ho frequentato vari corsi di storytelling della scuola Holden e, siccome ho fame e sete di conoscenza e sperimentazione, sto tudiando per un altro Master di approfondimento inerente al Counseling. E non credo mi fermerò qui…

Leggo e scrivo per passione e per lavoro.

Mi occupo da anni di Storia, Letteratura e Iconografia delle Donne; recensisco libri e intervisto scrittori e artisti per vari siti web; ho fondato e presiedo un’associazione culturale, “Cultura al femminile”, con rispettivi portale web e gruppo Facebook, “Letteratura e Cultura al Femminile”, che annovera più di 21.000 utenti; sono tutor di scrittura creativa e emotiva; tengo seminari di antropologia, iconografia, storia e letteratura; insegno lingua Italiana agli stranieri; ho partecipato come giurata e autrice a numerose antologie; organizzo, presento e presenzio eventi, concorsi letterari, festival, convegni, conferenze, spettacoli e laboratori in tutta Italia e non solo

A volte sono sfinita, eppure inebriata di vita.

E tutto questo mondo in cui vi accompagno lo ho costruito giorno per giorno, durante quindi anni di ricerca accademica e bibliografica, ma non solo: nove tentativi, purtroppo senza successo, di Fecondazione Assistita per avere un figlio. Ho pianto, mi sono rialzata, sono ricascata in mille pozzi e ho trovato meraviglie: basta tenere gli occhi aperti e trasformare i sogni in altri sogni per farne progetti. E sognare ancora.