5 Libri Imperdibili Dicembre 2020 – 5 Libri e 18 giorni a Natale

5 Libri Imperdibili Dicembre 2020 – 5 Libri e 18 giorni a Natale

5 Libri e 18 giorni a Natale

5 Libri Imperdibili Dicembre 2020

5 Libri e 18 giorni a Natale

a cura di Altea Alaryssa Gardini

Buongiorno a tutti i lettori di 5 Libri Imperdibili. Ad oggi ci prepariamo per 5 Libri e 18 giorni al Natale.

Lo sappiamo tutti che questo sarà un anno diverso, che il Natale sarà molto più casalingo del solito e che, forse, quel piccolo esserino peduncoloso si metterà un cappellino per ogni piedino. Io spero che gli crescano due spuntoni a forma di corna di renna sotto ad un piede o forse più, così, giusto per azzopparlo.

So che non c’è da scherzarci però che tra lui e me l’ospite indesiderato sia lui non è in dubbio. Lo tratto come tratto tutti quelli che non voglio nè vedere nè sentire, con molta arroganza e riluttanza alla sua presenza.

Bene, dicevamo, 5 Libri e 18 giorni a Natale…

Avevo anche pensato di darvi 18 titoli da leggere ma volevo darvi il tempo di leggerli quindi ne ho selezionati solo 5.

Come al solito, perchè cambiare?

Ieri ho fatto un giro in libreria, con mia grande sorpresa era piena di giovani. E, sorpresa ancora più grande, so che sembrerò spocchiosa, questi si interessavano a dei titoli di letteratura e non solo prodotti di YouTuber. Giuro, mi sono quasi commossa.

5 Libri e 18 giorni a Natale e io, il Natale, lo sopporto come si farebbe con una verruca sotto al tallone.

Ma, il mio colore preferito è il rosso e il mio libro preferito è Canto di Natale di Dickens. E non lo dico per dire, Canto di Natale è il mio libro preferito in assoluto.  Sembra un controsenso? Forse, come per ogni aspetto della mia esistenza, ho delle aspettative e delle pretese che difficilmente il Natale riesce a soddisfare mentre Dickens ci riesce benissimo, almeno sulla carta.

In tutto 18 giorni al 25 Dicembre e fino al 6 di gennaio ogni giorno sarà come Natale.

Chi ha già fatto incetta di titoli Imperdibili? Ci sono molte uscite ma in questo periodo i classici vanno per la maggiore, si vestono di nuovo ed escono per farsi acquistare.

Scusate, mi sono persa di nuovo.

Vi stavo parlando degli Imperdibili, vero?

Com’era? Ah sì, 5 Libri e 18 giorni a Natale.

Silas Marner

Autore: George Eliot
Editore: Leone, 2015
5 Libri e 18 giorni a Natale

Abbandonato dagli amici, dalla fidanzata, e allontanato dalla comunità a cui apparteneva fin dalla nascita a causa di un’accusa ingiusta, a Silas Marner, povero tessitore e uomo semplice, non resta altro a cui attaccarsi se non il denaro.

Un bel giorno, però, dopo essere stato derubato, e aver perso quindi ogni interesse per la vita, Silas si trova costretto a fare i conti con un’inattesa novità: davanti al suo caminetto, infatti, sola e tremante per il freddo, ecco spuntare una bimba di pochi anni…

Perchè lo metto sul mio comodino virtuale?

Non so se lo leggerò per Natale ma me lo ha consigliato una collega e questa è proprio una di quelle che risponde alle mie pretese natalizie: un consiglio può essere un ottimo regalo per Natale!

Volete leggerlo? Silas Marner di George Eliot

Natale a Thompson Hall

Autore: Anthony Trollope
Editore: Salerno editore Palermo, 2019
5 Libri e 18 giorni a Natale

«Non preciserò l’anno esatto per evitare che i più curiosi indaghino sulle circostanze di questa storia, venendo così a conoscenza di dettagli che non desidero siano divulgati».

Ecco come Anthony Trollope, uno dei grandi vittoriani assieme a Dickens e Thackeray, introduce i lettori nel suo piacevole, riposante conversare.

L’immagine che offre è quella di un arguto signore che riferisce intricati fatti altrui come se non fosse lui ad inventarseli, ma ne venisse informato solo grazie a precisi rapporti, anche un po’ pettegoli. E la nascosta perfidia, che insinua dentro la tolleranza verso i difetti di tutti, è forse più percepibile a noi posteri che non ai suoi contemporanei.

In questi racconti la lente dell’analisi sociale si concentra di più sulle classi dei piccoli possidenti. Specialmente sulle donne, che erano le sue grandi lettrici.

La signora Brown (Thompson da nubile) è entrata per errore nella stanza di un estraneo mentre dorme, applicandogli in viso un unguento destinato al marito: da qui un catastrofico sviluppo di complicazioni.

Il giovane Maurice ha detto, per leggerezza, che il Natale è una noia e questo, la pia Isabel, che lo ama alla follia, non potrebbe accettarlo.

Elizabeth è convinta che una brava ragazza non può essere felice, per questo rifiuta il suo adorato Godfrey.

E altri quadretti, tutti ambientati nel Natale, che rappresentano senza ammetterlo com’era inutilmente arzigogolato essere donna e per bene in età vittoriana.

Perchè lo metto sul mio comodino virtuale?

Mi piacciono le storie ironiche e anche questo è un consiglio donatomi senza che nulla venisse dato in cambio. Non sono forse i regali migliori? Quelli che ti vengono offerti senza nessun tipo di malizia? Io li adoro.

Volete leggerlo? Natale a Thompson Hall

La sirenetta e altre fiabe

Autore: Hans Christian Andersen
Editore: Ippocampo edizioni, 2020
5 Libri e 18 giorni a Natale

Personaggi tanto amati come la Sirenetta prendono vita in questa edizione delle fiabe classiche di Hans Christian Andersen, arricchita da disegni ed elementi interattivi ad opera di MinaLima.

Quasi due secoli dopo la loro prima pubblicazione nel 1837, le favole senza tempo di Andersen continuano a nutrire la fantasia delle giovani menti.

Questa edizione riunisce tredici tra le più belle storie dello scrittore danese tra cui: La sirenetta, Mignolina, La regina della neve, La principessa sul pisello, Il brutto anatroccolo e I vestiti nuovi dell’imperatore.

Raffinati elementi interattivi trasformano la lettura in esperienza estetica: un carosello con sirene danzanti, un anatroccolo che si trasforma in cigno, l’odissea del soldatino di piombo…

Perchè lo metto sul mio comodino virtuale?

Vi ricordate qual è il mio libro preferito, vero? Io adoro le fiabe e un altro regalo che ho sempre desiderato è che le cose avessero il loro nome e che qualcuno non mi infiorettasse la realtà di una storia solo perchè si tratta di una favola.

Le storie devono insegnare, non è necessario cantare per ore davanti ad uno stravolgimento.

Lo so, sono ed ero una bambina parecchio strana e, ve lo dico in segreto, la vostra fortuna consiste nel non aver letto le mie missive all’uomo in rosso.

Questa è un edizione da collezionare insieme ai suoi fratelli.

La desiderate con tutto il cuore? La sirenetta e altre fiabe

Fiabe popolari svedesi

Autore: a cura di A. Palme Sanavio
Edizioni: BUR, 20175 Libri e 18 giorni a Natale

Alla fine del XIX secolo un maestro di scuola prese a girare la Svezia in bicicletta alla ricerca di testimonianze della cultura popolare ormai al tramonto.

Ne derivò una ponderosa raccolta di fiabe, trascritte dalla viva voce del più celebre cantastorie dell’epoca, Stromberg il cieco.

Si riuniva così per la prima volta, secondo il modello stabilito per le fiabe tedesche dei fratelli Grimm, il ricchissimo patrimonio orale tramandato per secoli dai ‘sagoberattaren‘, narratori professionali di favole chiamati ad allietare con i loro racconti le feste religiose e le occasioni rituali.

Questa antologia esplora un mondo variegato e pieno di incanti: favole del focolare, ma anche novelle burlesche, apologhi e parabole che tratteggiano un universo magico, talora crudele, i cui protagonisti sono troll, trollesse, animali dai poteri fatati, giovani scaltre e figli sciocchi.

Un mondo sospeso tra sogno e realtà, in cui gioca un ruolo sempre decisivo il legame con la quotidianità, fatto di adeguamento ai ritmi stagionali e di obbedienza alle antichissime leggi della tradizione.

Perchè lo metto sul mio comodino?

Credo lo sappiate bene perchè è un po’ che lo ripeto. Aggiungo che un pizzico di paura fa apprezzare la cioccolata calda molto più del solito.

Volete esplorare questo mondo incantato? Fiabe popolari svedesi

Il grande libro dei gialli di Natale

Autore: a cura di O. Penzler
Editore: Mondadori, 2020.
5 Libri e 18 giorni a Natale

Da Agatha Christie a Ellery Queen, fino ad Arthur Conan Doyle, ma anche Ed McBain o R.L. Stevenson e tantissimi altri, i più grandi giallisti (e non solo) si sono misurati volentieri con il tema natalizio, in tante declinazioni diverse.

Questo volume, dalla veste editoriale preziosa ed elegante, ne raccoglie decine, per esplorare le diverse sfumature della festa più amata, da quelle tradizionali a quelle insolite e divertenti, fino a quelle più sconcertanti e spaventose, e persino vagamente trash.

Perchè lo metto sul mio comodino virtuale?

Per sentirmi decisamente meno sola quando affermo che il mio Natale ha connotazioni strane e decisamente poco convenzionali. Questi grandi autori, anche se non ho intenzione di paragonarmi a loro, sono tutti dei bambini speciali come me.

Visto che non posso andare in nessun luogo a Natale, saranno loro a narrarmi di luoghi dove andremo insieme.

Dai, lo so che lo volete anche voi! Il grande libro dei gialli di Natale.

Ed ecco che i miei 5 Libri Imperdibili sono arrivati al capolinea. Ma, visto che i libri sono 5 e voi avete 18 giorni fino a Natale più i giorni successivi, vi mostro la nuova edizione di…

Canto di Natale

Autore: Charles Dickens
Editore: Rizzoli, 2020

5 Libri e 18 giorni a Natale

Tintinnare di monete e frusciare di banconote: solo a questo pensa il vecchio e avaro Ebenezer Scrooge.

Ma tutto cambia nella magica e spaventosa notte di Natale quando Scrooge riceve la visita di tre spiriti che lo costringono ad aprire finalmente gli occhi.

E il cuore.

La più celebre storia di Natale, toccante parabola fantastica di Charles Dickens, in un volume illustrato da Iacopo Bruno.

Io l’ho già avuta in regalo e voi dovete prenderla, giusto? Canto di Natale

Ora ho davvero terminato. Vi siete persi i consigli dei Natali passati?

5 Libri da mettere sotto l’albero.
I 5 Imperdibili della befana

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.