Il profumo dei fiori di zafferano – di Clare Marchant

Il profumo dei fiori di zafferano – di Clare Marchant

Il profumo dei fiori di zafferano – di Clare Marchant

rubrica IO MI CURO CON UN LIBRO

a cura di Serena Savarelli

zafferano

 

Il profumo dei fiori di zafferano è un romanzo di Clare Marchant edito da HarperCollins nel 2021 che propongo nella mia Rubrica Io mi curo con un libro.

Due donne. Un fiore prezioso.

Un segreto terribile, nascosto da cinque secoli.

Questa storia racconta la vita di Eleanor e Amber, della loro capacità di adattamento di fronte ai cambiamenti inaspettati e delle opportunità di crescita e rinascita che sopraggiungono nonostante tutto.

Il profumo di fiori di zafferano contiene una grande verità: ognuno di noi ha segreti familiari che si tramandano di generazione e generazione. Spesso per poter elaborare la propria vita e andare avanti, è indispensabile svelarne qualcuno, sciogliere nodi… ritrovare se stessi.

“Mentre lasciava quel messaggio, poteva solo sperare che qualcuno capisse cosa stava chiedendo e rispondesse al suo appello.”

Quanto è importante ricostruire l’identità, partendo dalla storia della propria famiglia? Moltissimo.

Nel romanzo, Amber sente il bisogno di lasciarsi risucchiare dal dolore che prova nell’antica dimora che appartiene alla sua famiglia da secoli. Casa è radici, appartenenza, narrazione di sé in relazione a ciò che è venuto prima. C’è un momento in cui il dolore annienta la persona e questa non può far altro che lasciarsi catturare, senza opporre resistenza, ma provandolo in tutta la sua intensità.

Amber si rifugia nei libri. Il suo intento è catalogare la montagna di volumi della biblioteca di suo nonno. Lì, Amber non pensa alla sua vita di prima e a suo marito. Jonathan soffre come lei, ma, con fede, va avanti, mentre lei sa solo allontanarsi da lui.

“Quando lo prese in mano, sentì l’aria intorno a sé diventare gelida e alterata. Si fece scivolare il pacchetto in grembo e cercò di seguire la conversazione tra gli altri due. Qualsiasi cosa fosse contenuto in quel vecchio pezzo di stoffa aveva suscitato il suo interesse, ma voleva esaminarlo da sola.”

Nei momenti più inaspettati, accade sempre qualcosa. Ogni dolore porta con sé un’opportunità o un qualcosa capace di riaprire gli occhi e il cuore.

Un fulmine ha distrutto parte della vecchia torre di Saffron Hall e, durante i lavori di ristrutturazione, il personale addetto consegna ad Amber un oggetto ritrovato sul davanzale della finestra.

È un libro, ma non uno qualsiasi. È antico libro di preghiere, arricchito da miniature preziose; in alcune pagine spicca una calligrafia elegante, quella di Eleanor.

“Amber sentì il cuore batterle più forte. Era come se quel libro stesse aspettando proprio lei e ora finalmente l’avesse trovata. Amber ed Eleanor, proprietaria della casa centinaia di anni prima, connesse dalla più dolorosa delle esperienze, il lutto di una madre.”

È come se qualcuno avesse bruscamente strattonato il filo del tempo per attirare l’attenzione di Amber. Possiamo chiamarle percezioni oppure richiami, ma anche connessioni.
Amber, ne Il profumo dei fiori di zafferano, ha la riprova che il mondo dei vivi non è poi così lontano da quello dei trapassati.
La sua storia si mescola a quella di Eleanor e tra le due donne si crea un’energia palpabile. L’una ha bisogno dell’altra.

“Eleanor?” disse con voce malferma. “Sei tu?” Trattenne il respiro per qualche istante. “Per favore, dimmi che cosa vuoi.” Sapeva che Eleanor stava cercando di metterla in comunicazione con lei; lo sentiva. Un’anima persa, che la implorava di capire.”

Eleanor ha un desiderio da realizzare, per portare alla luce un segreto custodito da secoli. Solo in questo modo la sua anima potrà riposare in pace. Amber, invece, sa che, esaudire il bisogno di Eleanor, significherebbe elaborare il suo lutto e tornare alla vita. La loro condivisione astratta, agisce nella vita reale.

“Non ho ascoltato bene le persone a me più vicine. Quelle a cui tengo di più. Sono stata talmente sopraffatta dal mio dolore, da non riuscire a guardare oltre né a dare importanza anche a quello che provavi tu. Mi sono chiusa in me stessa invece di aprirmi.”

Il dolore di Amber mostra a tutti che bisogna attraversare delle fasi per poter rinascere, è necessario isolarsi e ritrovare sé stessi, prima di poter tornare dagli altri. Un quid e ora prezioso, senza il quale il dolore non può essere conosciuto.

Eleanor non ha fatto in tempo a metabolizzare il suo dolore, perché, ai suoi tempi, bisognava prima sopravvivere e scampare alla morte. Ma Eleanor è rimasta a Saffron Hall per secoli, dove ha inciso la sua storia e il suo amore, in attesa di Amber e del suo cuore frantumato.

Il profumo dei fiori di zafferano commuove il lettore con la sua dolcezza e rammenta come passato e presente, a volte, sono collegati e aspettano che qualcuno districhi i nodi attorcigliati intorno a loro.

Questa storia parla di dolore e di rinascita, d’amore e di speranza, di fede e di consapevolezza; quando le storie s’intrecciano, non è mai per caso. A volte, c’è bisogno della vita di qualcun altro per comprendere la propria.

Link d’acquisto

https://www.ibs.it/profumo-dei-fiori-di-zafferano-libro-clare-marchant/e/9788869059414

SINOSSI

1541

Sola nella gelida torre di una tenuta nel Suffolk, Eleanor intinge la penna nell’inchiostro e inizia a scrivere.

Non c’è più tempo, ormai, per fare ciò che è necessario. Gli uomini del re Enrico VIII stanno arrivando, e lei deve andarsene in fretta e lasciare la dimora in cui è stata tanto felice.

Soprattutto deve abbandonare i campi di zafferano, la pianta preziosa come l’oro i cui semi le sono stati donati dai monaci che l’hanno cresciuta. Adesso spera solo che qualcuno trovi il suo messaggio e capisca cosa gli sta chiedendo di fare.

Una volta finito di scrivere, la donna prende un fiore di zafferano, lo posa tra due fogli di pergamena insieme al rametto di rosmarino che vi ha messo a seccare e richiude il libro…

2019

Nella vecchia biblioteca della tenuta di suo nonno, Saffron Hall, Amber sfoglia pagine sottili, impreziosite da delicate miniature.

Non può fare a meno di pensare che quel libricino di preghiere rilegato in pelle stesse aspettando proprio lei.

È come se attraverso le annotazioni riportate a margine Eleanor, la donna che le ha scritte, stesse cercando di mandarle un messaggio. Ma cosa vuole da lei? Quale segreto nascondono quelle pareti vecchie di secoli?

E che cos’è il profumo dolce e speziato che di tanto in tanto avverte nell’aria?

 

Titolo: Il profumo dei fiori di zafferano
Autore: Clare Marchant
Edizione: HarperCollins, 2021

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + tredici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.