“La terza geografia” di Carmine Valentino Mosesso

“La terza geografia” di Carmine Valentino Mosesso

LA TERZA GEOGRAFIA

“La terza geografia” di Carmine Valentino Mosesso

Recensione di Gianna Ferro

LA TERZA GEOGRAFIA

La terza geografia di Carmine Valentino Mosesso edizioni Neo. del 2021.

Uno scrigno di pensieri, in forma poetica, il libro di Carmine Valentino Mosesso chiamato anche “il poeta contadino”.

La passione è il sentimento che domina nei suoi scritti: quella per la terra, per la natura, quella per il paese, il proprio, e per tanti altri piccoli borghi dimenticati.

“Guarda la tua città,
spogliala con la forza sovrumana dell’ammirazione,
baciala con la bocca invisibile dell’amore,
pensa al tuo paese come fosse la tua sposa.”

Il poeta, che dà voce all’entroterra appenninico, dipinge con la scrittura quadri di vita quotidiana, di paesaggi incontaminati, di persone semplici, di sentimenti puri. Le sue sono parole delicate, tenere e garbate, mai di biasimo. I suoi versi hanno un sapore antico, ma esprimono una dolce e amara verità.

“…Per fare il pastore devi avere la statura dei giganti e delle formiche, devi saper prendere la montagna sulle gambe, e reggerla tutto il giorno negli occhi…”

Il sibilo del vento, l’estate del grano, tramonti disarmanti, l’ultima neve sulla cima della montagna, le piccole botteghe, i contadini nei campi: queste le immagini che non devono mai essere dimenticate, immagini senza tempo.

“…La vita nei paesi non appartiene a questo tempo
ma è un mondo che cade dentro al mondo,
il paesaggio non è fatto di case ma di sogno.”

La forza dei ricordi, il coraggio di restare ed aggrapparsi alle proprie radici. Un amore ancestrale, un legame indissolubile declamato in versi di infinita dolcezza.

“ …Tu sai la parte di me
che non saprò mai dire,
tu sai ascoltarmi nella carne
prima ancora che nelle parole.”

La terza geografia è un libro che ti lascia senza fiato, che trasmette emozioni differenti. Frasi che fanno riflettere e che scaldano il cuore. Parole inarrestabili per affermare la propria appartenenza, l’autenticità dei luoghi e i propri sentimenti.

Questo libro vuole lanciare un messaggio, quello di ripensare al nostro rapporto col territorio, partendo dal passato e prendendo tutto ciò che di buono esso ha lasciato, per dare un tempo infinito a territori resi spenti o marginali, restituendo loro valore e dignità.

“ …Apparterrai per sempre
alla terra che scelse il nome di tuo padre,
il viso e la voce di tua madre.
La vita di un uomo seppur gloriosa
è la vita di un uomo…”

Link di acquisto:
https://www.ibs.it/terza-geografia-libro-carmine-valentino-mosesso/e/9788896176948

Sinossi

Il libro è diviso in cinque parti, ognuna delle quali racconta poesie e pensieri che hanno come tema il “luogo”: il ricordo e l’amore per esso, ma anche l’abbandono e la dimenticanza.
Le poesie sono cariche di immagini descrittive, in cui persone, animali, oggetti e situazioni sono narrate in maniera morbida e veritiera.

LA TERZA GEOGRAFIA

L’autore

Carmine Valentino Mosesso (1994), vive a Castel del Giudice, piccolo borgo dell’Alto Molise, dove ha fatto ritorno. Laureato in Agraria, è socio fondatore di un’azienda agricola gestita insieme alla sua famiglia. Alla cura dei campi e degli animali, a.anca un forte impegno civile e politico per il riscatto dei paesi dell’Italia interna e dei territori cosiddetti marginali, e sempre centralissimi nella sua poesia. È attivissimo nel suo territorio e sui social per dare voce e mettere in rete le tante realtà rurali che perseguono lo stesso obiettivo.

Contatti: Instagram e Facebook: @carminevalentinomosesso

Titolo: La terza geografia
Autore: Carmine Valentino Mosesso
Edizioni: Neo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.