Le Confessioni di una concubina – di Roberta Mezzabarba

Le Confessioni di una concubina – di Roberta Mezzabarba

Le Confessioni di una concubina – di Roberta Mezzabarba

Recensione di Loriana Lucciarini

concubina

 

Le confessioni di una concubina è un libro di Roberta Mezzabarba edito da La Caravella nel 2020.

Quanta fatica dover interpretare le aspettative altrui…
Quanta fatica essere come ci vogliono gli altri….

Per tutta la vita Misia è rimasta al suo posto, attenta a non uscire dai ruoli che gli altri le hanno imposto. Figlia arrendevole, ha sempre dovuto dimostrare di essere la più brava senza ricevere mai neanche un sorriso di incoraggiamento. Mai un “brava”, mai un “sono fiero di te”.

Controllata e condizionata da una madre manipolatrice ed egoista, quando finalmente si sposa Misia pensa di poter dare un impulso nuovo alla sua vita.
Ben presto però il suo matrimonio si rivela sterile e senza un vero sentimento: suo marito, Filippo, è un uomo arido, anaffettivo, distante e distaccato, incapace di gesti gentili e presenza emotiva. E quando il figlio tanto desiderato non arriva – o arriva troppo tardi – una crepa profonda incrina il già traballante rapportofamiliare e i tentativi che Misia fa per non farlo naufragare nell’indifferenza non portano a nulla.
Misia vive una vita che non le dà gioia, così si aggrappa a fugaci illusioni, ma non basta.
Il matrimonio diventa una gabbia che la imprigiona quando la vera natura di Filippo si rivela: lui è un prevaricatore verbale e un violento. La giudica, la
sminuisce, la controlla, la offende e attua comportamenti abusanti in un’escalation di aggressività e rabbia.
Lentamente e in modo subdolo, ma poi in modo sempre più palese e inesorabile, Misia verrà travolta da questa violenza divenendo il soggetto inerme su cui suo marito sfoga la sua furia cieca. Una rabbia selvaggia, una violenza atroce.

In un crescendo ad alta tensione, i fatti prenderanno una piega drammatica e Misia toccherà il fondo. Sarà costretta ad affrontare tutto da sola, non verrà credutané aiutata e subirà il voltafaccia della sua famiglia da cui sarà accusata di voler rovinare il bel matrimonio di facciata.

Di fronte a giudizi inappellabili e a un supporto inesistente, Misia si schianterà negli abissi del suo dolore e avrà occhi opachi e stanchi, incapaci di guardare ilfuturo.

Tuttavia, nell’incessante monologo interiore e nei suoi pensieri cupi intrisi di disperazione, riuscirà finalmente a sentire la sua vera voce, a riconoscere i suoiveri pensieri, a percepire i suoi reali sentimenti. Il quaderno rosso, è il luogo in cui sono riposte le sue poesie, il posto dove lei può svelarsi, essere se stessa. Èinfatti tra quelle pagine che la sua reale natura emerge, impressa da inchiostro e poesia.

I versi, intensi e belli, forti e furiosi, tristi e infuocati, ingenui e testardi, raccontano dei moti ondosi della sua anima, delle sue delusioni e speranze, della forte dicotomia che alberga nel suo cuore. Così, nel buio denso della sua anima nuda e senza più sovrastrutture e condizionamenti, nel suo arrancare stanco e disperato, nel suo perdersi, Misia per la prima volta incontra se stessa.

Da qui, un nuovo vento di rinascita, fatto di polline di colore, tingerà l’inizio di un presente diverso.

Le Confessioni di una concubina di Roberta Mezzabarba è un romanzo ben articolato, originale nella strutturazione, in cui si susseguono capitoli in prosa e passaggi in poesia.

La tecnica narrativa alterna parti in prima persona al passato e subitanee integrazioni al presente, permettendo al lettore di entrare e uscire nella testa della protagonista, riuscendo ben a rappresentare il flusso di coscienza di una Misia che, nell’oggi, ricorda e rivive le vicende del suo drammatico passato.

Un escamotage in grado di aumentare l’empatia del lettore verso questa donna così pesantemente toccata dalla vita ma altrettanto resiliente e forte, capace di uscire rinata e non sconfitta.
Misia risulta una protagonista vivida e di spessore, ben caratterizzata psicologicamente ed emotivamente, in grado di reggere il peso dell’intera storia.
Roberta Mezzabarba è abile anche nella definizione dei comprimari: li tratteggia con attenzione e nettezza senza scendere in una disamina approfondita, riuscendo a inchiodarle a figure di contorno. Fra questi è la madre di Misia a risultare il personaggio più a fuoco, nonostante su di lei la l’Autrice spenda pochissime parole.

Le poesie, pluripremiate in vari concorsi letterari, sono il valore aggiunto a questa pubblicazione: versi intensi, capaci di descrivere con parole nuove tutto il turbamento di un’anima; alcuni passaggi liriche qualitativamente elevate.

Si può sempre rinascere, anche se si è sprofondati nel buio più profondo.
Ecco la lezione che Le Confessioni di una concubina di Roberta Mezzabarba regala al lettore, assieme all’impalpabile emozione di aver vissuto una storia di carta e inchiostro che ha il sapore della realtà. Una storia dura, cruda, ma che è in grado di offrire più chiavi di lettura e spunti di riflessione importanti.
Link d’acquisto

https://www.amazon.it/confessioni-una-concubina-Roberta-Mezzabarba/dp/886827339X

Sinossi

Una storia di violenza domestica, di abusi psicologici che vi afferreranno allo stomaco.

Misia, una giovane donna, e la sua vita monocromatica che, passo dopo passo, si tingerà sempre più di nero, un nero che sa di tristezza, di paura, di lutto. E in un’escalation di violenza, quando la situazione diverrà irreparabile, impossibile da sopportare, la soluzione sembrerà essere solo una…

Ma la vita a volte riesce a sorprendere e, seppure questo non rappresenterà un’equa ricompensa dei mali subiti, forse con il tempo riuscirà a mitigare i ricordi smorzando spigoli vivi e aprendo un insperato spiraglio di luce. Ognuna di noi merita una vita a colori, merita di essere artefice del proprio destino, senza soccombere più, per essere finalmente libera di amare, di amarsi.

Titolo: Le confessioni di una concubina
Autore: Roberta Mezzabarba
Edizione: La Caravella editrice, 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.